Royal Enfield Royal Enfield Royal Enfield Royal Enfield Royal Enfield

Seleziona Nazione

Nota

Utilizziamo i nostri cookie per l'utilizzo del sito, personalizziamo contenuti e pubblicità e per eseguire analisi del nostro traffico. Condividiamo anche informazioni sul tuo utilizzo del nostro sito con partner di analisi che potrebbero combinarli con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto dal tuo uso dei loro servizi. Se vuoi saperne di più sui cookie e negare il consenso, fai clic sul pulsante Privacy e Cookie Policy. Se si sceglie di non accettare l'uso dei cookie, tutte le funzionalità del sito potrebbero non funzionare come previsto.

 

Crescendo negli anni '80, l'idea della moto era associata alla cruiser. Non che io fossi un tipo da "cruiser", è solo che quando ne vedi tante in giro, diventa inevitabilmente la moto di riferimento nonché quella dei desideri! Essendo andato in bici fino alla tarda adolescenza, ero ormai quasi ipnotizzato dall'idea di una cruiser per eccellenza in stile americano e la prima che ho visto di persona di cui mi sono completamente innamorato è stata la Royal Enfield Citybike.

Un peccato capitale per i puristi Royal Enfield! Dopo alcune ricerche di mercato, abbiamo rilevato che a molte persone, che non avevano mai posseduto una Royal Enfield, piaceva la Thunderbird, ma i nostri clienti più fedeli esclamavano "non è una Bullet!" È stato semplicemente perfetto! Ci ha incoraggiato perché volevamo attirare un pubblico diverso - ragazzi che avevano guidato moto da 100 cc ma che cercavano qualcosa in più; volevano percorrere lunghe distanze e godersi i viaggi in autostrada, ma non erano abbastanza pronti per guidare una Royal Enfield poiché avrebbero dovuto abituarsi ad utilizzare l’altro piede per azionare il freno posteriore!

Mentre convertivamo la nostra gamma alle normative Euro 5 nel 2020, abbiamo salutato la Thunderbird e la Thunderbird X e abbiamo deciso di lasciarle intatte e incontaminate nel loro design e nella forma, e anche nell'esperienza che hanno portato. È stata una decisione difficile e straziante lasciare andare il nome Thunderbird per tutti noi di Royal Enfield. La Thunderbird ha raggiunto uno status di culto tra i suoi possessori e nella comunità in generale. Tuttavia, per ridefinire ancora una volta il mercato delle cruiser in India, e per portare il nostro esclusivo stile cruiser Royal Enfield nel mondo, stiamo riaccendendo un nome che è immediatamente riconoscibile come “RE'', nonché un unico nome che possiamo usare in tutto il mondo per una moto che crediamo arriverà sul mercato come una meteora, per così dire!

Imparando da quelle centinaia di migliaia di chilometri e dai dolori e dalle gioie della guida, abbiamo messo ogni grammo di tutto ciò che abbiamo imparato, nella nostra nuovissima cruiser, la Meteor 350, che è prima di tutto una moto completamente rinnovata, in ogni particolare. Il telaio, le sospensioni, il carattere del motore, l'ergonomia e ogni altro aspetto della Meteor, si combinano tra loro per dare molto più di una mera somma delle loro parti – ma per offrire un’esperienza pura, un viaggio facile, divertente e coinvolgente per ore, giorni e settimane, dove ogni motociclista resta eccitato dopo ogni giro. La raffinatezza e la risposta ricordano moto di cilindrata e prezzo superiori e aprono le porte a Royal Enfield nei mercati di tutto il mondo in cui chi usa la moto per lavoro si sta evolvendo in motociclista da tempo libero. La Meteor offre un livello superiore di sicurezza e la giusta quantità di feedback, ai motociclisti di ogni tipo ed è costruita per essere la tua alleata nei viaggi e nelle avventure per anni, e persino decenni.

 

Anche se naturalmente sono di parte nei confronti della Meteor, so che oggettivamente amo il modo in cui appare. Nel novembre 2019, mio ​​padre ed io siamo partiti per un viaggio in moto tra padre e figlio, atteso da tempo. Saremmo stati in Europa ed era già novembre, quindi abbiamo deciso di andare in Andalusia, nel sud della Spagna, dove il tempo era ancora apparentemente bello; faceva un insolito freddo per la stagione (sotto lo zero un giorno a Cordoba, in montagna) e piovendo era tutta un'altra storia! Jack, del nostro team di test Royal Enfield, ha guidato il furgone dal nostro technology centre del Regno Unito con le nostre Interceptor 650 all’interno, e stava per testare una moto che io e mio padre avremmo guidato per una settimana o più. Il primo giorno Jack aveva parcheggiato le nostre moto nel parcheggio dell'hotel e siamo andati a ispezionarle prima di ripartire. Mentre prendevo a calci le gomme della mia Interceptor, sono rimasto molto incuriosito da questa incredibile cruiser alla fine del parcheggio. Sempre pronto per un po'di ricerca sulla concorrenza, ho iniziato a camminare verso di lei e ne stavo ammirando le proporzioni e la posizione facile. Man mano che mi avvicinavo, ho avuto la pelle d'oca e il mio cuore ha iniziato a battere forte - non poteva essere! Il motore sembrava familiare, ma ero ancora molto confuso. Non sono il più veloce a unire i puntini (come ti dirà prontamente mia moglie), e stavo pensando 'Cosa? Come? Eh? È una custom progettata sulla nostra piattaforma? Perché non possiamo realizzare moto personalizzate come questa? Eccetera'. E poi finalmente capii! Jack aveva portato una versione alpha della Meteor (senza logo sul serbatoio ecc.) in Spagna per fare un giro di prova mentre io e papà eravamo fuori a guidare le nostre Interceptor! Mi sentivo davvero fiero dell’amore oggettivo che provavo per l'aspetto della Meteor, e un po’ stupido per il fatto che mi ci fosse voluto tempo per riconoscere una moto con la quale ero stato profondamente coinvolto per 3 anni!

 

Bene, ora è qui: la magnifica e raffinata grande cruiser indiana per il mercato globale. Benvenuti in una nuova era delle cruiser con la nuovissima Meteor 350. È passato del tempo, ma ne è valsa assolutamente la pena.